Vai al contenuto della pagina | Vai al menù di secondo livello
Home  |  Sala Stampa  |  Notizie  |  Presidenza Ue, é il turno della Germania

Notizie

2006 - Europa

28.12.2006

Presidenza Ue, é il turno della Germania



Passaggio di testimone fra Finlandia e Germania alla Presidenza dell'Unione europea. A conclusione del semestre finlandese, la Germania si appresta infatti ad assumere la Presidenza dell'Unione europea, una guida che manterrà dal primo gennaio 2007 al prossimo 30 giugno, in coincidenza con il cinquantenario della fondazione della Cee e della firma dei Trattati di Roma. In quell'occasione, i capi di Stato e di governo dei 27 Stati membri, insieme ai presidenti della Commissione e del Parlamento, si riuniranno a Berlino per celebrare l'avvenimento e ricordare con una dichiarazione comune i valori e gli obiettivi europei.

Alla vigilia della scadenza del 31 dicembre è dunque tempo di bilanci per la Presidenza finlandese: nel semestre gli sforzi di Helsinki si sono concentrati su diversi temi, come l'allargamento, la politica energetica, il rafforzamento della competitività, la lotta al cambiamento climatico, la questione mediorientale e la cooperazione tra Unione europea e Russia. L'inizio del semestre è stato contrassegnato, inoltre, dalla tesa situazione internazionale generata dalla crisi libanese. La presidenza finlandese ha rafforzato il ruolo dell'Ue nei negoziati per rilanciare il processo di pace e per stabilizzare la situazione nell'area.

Merkel_BarrosoPer la Germania, il semestre di presidenza sarà scandito da due appuntamenti di grande rilievo: il Consiglio europeo di marzo, che si occuperà del futuro economico e sociale dell'Ue, e il Consiglio europeo di giugno, in cui si discuterà sulla sorte del Trattato costituzionale. Il Cancelliere Angela Merkel si occuperà in particolare del problema del futuro dell'Unione e delle riforme necessarie per il suo buon funzionamento, avviando delle consultazioni bilaterali con gli Stati membri, e presenterà i suoi risultati al Consiglio.

" L'Europa guarda con molte speranze alla presidenza tedesca" ha commentato il presidente della Commissione José Manuel Barroso, dicendosi fiducioso che " nei prossimi mesi si trovi una soluzione di compromesso in grado di soddisfare tutti i paesi membri e che consentirà all'Europa di affrontare le sfide del 21esimo secolo."



Scarica i documenti



Icona Invia | Invia Icona Stampa | Stampa RSS | RSS
Ministero dell'Interno